Dahlia dress, some problems with the neckline…

Avevo messo in sospeso per un po’ l’ultimo modello di Colette Pattens (avevo seguito anche il sewalong per alcune puntate). Forse era passato davvero tanto tempo, visto che stasera quando l’ho ripreso non sono riuscita a trovare lo sbieco di france duvalle con le ciliegine, che avevo comprato proprio per scollo e maniche di questo vestito. 

Allora mi sono armata di buona volontà ed ho preparato da me lo sbieco usando la stoffa che mi era rimasta dal taglio dell’abito. Col ferro da stiro e lo strumento per il bias tape, sono riuscita ad ottenere una lunga striscia per il collo, mentre alle maniche ho fatto dei semplici orli.

Mi è rimasto anche dopo l’applicazione dello sbieco il problema dello scollo troppo largo, per cui ho dovuto stringerlo, ottenendo così uno scollo a V. Che ve ne pare?

Il modello mi piace molto perché esalta il punto vita e nasconde un po’ i fianchi. Ho già pronto un nuovo tessuto per realizzarne un’altra versione. Speriamo stavolta di riuscire a mantenere lo scollo rotondo senza essere troppo ampio.

Annunci

Wardrobe architect 2015, first round!

Ecco i primi pezzi del mio guardaroba handmade (ultimamente sto privilegiando capi per me, a quelli per i bambini, esclusi i costumi di carnevale che erano inevitabili!)

Sono partita da una gonna che avevo già realizzato l’anno scorso e che ho indossato tantissime volte. Ho deciso di farmene una nuova utilizzando una lana vichy bianco/nero di ottima qualità. Il cartamodello giapponese è tratto dal libro “cucito facile e moderno” (gonna svasata semplice).

Poi mi sono dedicata ad un pattern del libro di Tilly Walnes, che avevo in programma da tempo: una Mimi blouse. Ho usato un tessuto di cotone grigio con occhiali blu ricamati e per il colletto invece un tessuto giallo (una viscosa elasticizzata che mi era avanzata da un vestitino).

Ancora di Tilly ho voluto fare un’altra versione del Coco dress con una maglina molto doppia che si cuciva davvero molto bene. Ho scelto di aggiungerci un collo alto e le maniche con polsini. A breve aggiungerò qualche foto!

Per finire stasera ho completato una gonna vista sul numero di febbraio di Burla Style. Ma essendo solo un primo esperimento, ho usato un tessuto economico comprato da Ikea, forse un po’ troppo effetto Minnie. Infatti pensavo di tingerla blu scuro!

Sia per questa gonna che per la Mimi blouse ho dovuto realizzare delle asole (per la prima volta). Avendo una macchina che le fa in automatico devo dire che è davvero semplicissimo! Quindi non fatevi spaventare, come me fino a poco tempo fa, quando vedete dei modelli con i bottoni.

Ecco le foto del modello di Burda (in due versioni di differente lunghezza), alla mia mancano ancora le tasche laterali.

Come sempre le istruzioni di Burda non sono proprio chiarissime e quindi ho un po’ rielaborato il modello. Non ho chiuso la cintura con un fiocco ma semplicemente con dei bottoni sul fianco.

Se volete sapere di più su WAChallenge2015, trovate tutte le informazioni sul blog di Colette Patterns: http://www.coletterie.com/wardrobe-architect/wardrobe-architect-2015

Superheroes costumes DIY!

imageimage

Here two simple costumes for little superheroes! In order to realize them I’ve bought one metre of black linen, three metres of red, blue and yellow tulle, 30 cm of blue lurex fabric and then yellow felter.

I’ve found more tutorials online for this project, here my favourite:

for the tutu dress -> http://www.thehairbowcompany.com/Superman-Tutu-Dress-Tutorial_b_94.html

for the cape -> http://www.loveandsugarkisses.com/2011/06/diy-super-hero-capes-no-sew-way.html

imageimage

Qui i bambini giocano alle Cascine, nello spazio adiacente al ristorante il Fosso Bandito (finalmente a Firenze un locale family-friendly!) insieme a svariate regina Elsa di Frozen!

imageimage

Seconda tappa del Louisa dress pattern tour

IMG_0790 IMG_0899

Oggi il mio blog è ospite del Louisa dress pattern tour, un’iniziativa di Compagnie-m (https://compagnie-m.com), lanciata in occasione dell’uscita della versione di questo cartamodello in italiano.

Devo dire che ho iniziato a cucire comprando da subito pattern di designer indipendenti online, sia in inglese che in francese. Sebbene molti termini tecnici fossero nuovi per me, la quantità di spiegazioni e di immagini che si trovano in questi modelli, li rendono più adatti a chi sta appena iniziando a cucire, rispetto ai cartamodelli in italiano di Burda.

Poter avere questo tipo di materiale in italiano è veramente una svolta e forse è indice della maggiore diffusione di questo hobby anche nel nostro paese.

Tornando al Louisa dress, ho già realizzato quattro versioni di questo modello l’anno scorso: tre per mia figlia e uno per me (utilizzando la taglia 10 anni). Ecco i link per vederli tutti:

https://mycutesewing.wordpress.com/2014/02/26/il-primo-pattern-acquistato-online-su-compagnie-m-louisa-dress/

https://mycutesewing.wordpress.com/2014/10/21/birds-louisa-dress-for-the-new-kcw/

Mi piace molto la tasca con i bottoni sul davanti e la possibilità di scegliere tra più varianti, ad esempio per me ho scelto quella con inserti di tessuti in contrasto sui lati. Per la mia nipotina, invece, ho provato la versione col dietro spezzato in due diversi tessuti. E’ anche previsto l’inserimento di una fodera per realizzare una versione invernale del modello.

IMG_0787IMG_0786

Ho completato i regali di Natale con un altro pencil roll realizzato con lo stesso tessuto del Louisa dress, ovvero un tessuto bianco con motivo a quadrifogli grigio di Michael Miller e delle pochette con bottoni e tessuti natalizi.

IMG_0789IMG_0788

Se volete provare a realizzare un Louisa dress, potete approfittare questa settimana di uno sconto del 10% sullo shop di Compagnie-m (https://compagnie-m.com/product/the-louisa-dress-pattern/) inserendo il codice LOUISA-INTRO.

Se volete continuare a seguire il tour, ecco il flyer che ci ha mandato Marte!

Flyer-Louisa-dress_pattern-tour_IT-2IMG_0899

Analisi del 2014

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 5.500 volte nel 2014. Se fosse una metropolitana di New York, ci vorrebbero circa 5 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Handmade Christmas Present: Pencil Roll

foto 1    foto 5

Ecco il primo regalo handmade realizzato quest’anno: una cartucciera per matite, nel mio caso matite acquerellabili, visto che il regalo è per una mia collega del corso di illustrazione.

foto 3foto 4

Sono partita da questo tutorial: http://mypoppet.com.au/2009/09/10-minute-pencil-roll-tutorial.html, anche se non ho impiegato esattamente 10 minuti per cucirlo, come indicava il titolo del post. Bisogna dire che io ho foderato l’astuccio ed ho cucito 24 spazi per i pastelli, anzichè 12. Altre idee per regali di Natale handmade? 5f6f1912b92717c1876c2d533f525c42image

Un colletto vintage o stile “peter pan” (http://www.pinterest.com/taniamattei/diy-collar-scarf/ oppure https://www.youtube.com/watch?v=QT5X7AukQnY).

Un Louisa dress approfittando della nuova versione in italiano di Compagnie-m (https://compagnie-m.com/blog/the-louisa-dress-pattern-in-italian/). Io sicuramente dovrò lavorarci in questi giorni, perchè a gennaio sarò ospite del suo blogtour! 🙂

Françoise dress at the Four Season Christmas Charity Party

foto-36 foto 1-17

Come ogni anno ormai, a metà dicembre viene organizzato al Four Season di Firenze, un open day dedicato alla beneficenza per l’Istituto degli Innocenti. E’ un’ottima occasione per visitare il Parco della Gherardesca, il più grande giardino privato della città.

Vari Babbo Natale si incontrano in giro e noi stavolta ci siamo fermati a fare uno scatto con Philippe Daverio, visto che oggi avevamo anche il compito di fotografare il mio nuovo Françoise dress per partecipare al contest di Tilly and the buttons. Seppure il nostro vestito non sarà tra i vincitori, la nostra foto è di certo la più originale!

foto 1-18foto 5-3

Nonostante siamo a metà dicembre, la giornata non era per niente fredda e quindi non è stato un problema togliere la giacca e rimanere col mio vestito in cotone leggero! Confesso che non ho usato il miglior tessuto che avevo a disposizione, perché volevo tenermelo per un secondo esperimento. Il modello mi piace molto e so già che ne realizzerò più versioni. Seguendo tutti i post del sewalong di Tilly è stato semplice in un paio di giorni completare il vestito.

Queste sono le fasi principali:

http://www.tillyandthebuttons.com/2014/11/sewingfrancoise-sew-darts.html -> cucire le pinces davanti e dietro;

http://www.tillyandthebuttons.com/2014/11/sewingfrancoise-sewing-raglan-sleeves.html

-> attaccare le maniche;

http://www.tillyandthebuttons.com/2014/12/sewingfrancoise-neckline-facings.html -> inserire il colletto

http://www.tillyandthebuttons.com/2014/12/how-to-sew-invisible-zip.html -> inserire la cerniera lampo sul retro.

foto 3-14foto-34

Per la prossima volta penso che sceglierò la versione senza maniche.