Digressione

Space party ideas.

Immagine
Per festeggiare il compleanno di Valentino abbiamo scelto come tema lo spazio, i pianeti e i razzi, sia perchè quest’anno a scuola hanno “studiato” il sistema solare (una classe di bambini di 4 anni!), sia perchè sul web si trovano tantissime idee per party ispirati a questo argomento (in America va molto di moda).

Vi mostro quello che abbiamo preparato finora! Inviti a forma di razzo e cartellone a tema da esporre nella bacheca della scuola:

foto 4(12)foto 3(13)

Maglietta per il festeggiato con applicazioni in feltro e diversi punti decorativi.

foto 4(11)foto 5(8)

Ecco i link dei progetti più carini trovati in rete (su Pinterest, Instagram, Google cercando “rocket party” o “planet party diy”):
Pignatta (o pentolaccia) a forma di razzo (diy heart of gold rocketship). A questo abbiamo già iniziato a lavorare!
hog_1
Etichette per bottiglie e altri contenitori per il buffet della festa:
Razzi di carta da costruire:

E ancora un progetto di cucito creativo: razzi di stoffa imbottiti! Potrebbero essere dei regali per gli invitati:

foto(1)
Annunci

Sfida “Corolla Dress”.

ImmagineImmagine
Guardando la nuova campagna di MAX&Co. mi viene in mente uno dei sewalong a cui tante “DIY dressmakers” partecipano. MAX&Co. infatti propone un unico modello, il “Corolla Dress” (ha anche un nome perfetto, proprio come quelli dei pattern che usiamo), declinato in diverse versioni. Diverse per il tipo di tessuto con cui sono realizzate e anche per qualche piccola modifica al pattern originario. Ecco allora che la moda industriale sembra ispirata dalla moda handmade!
Io direi che dopo avere seguito il corso sul pattern drafting di Cal Patch posso anche sfidare MAX&Co, e produrre la mia personale versione del “Corolla Dress”. Che ne dite? Vogliamo sfidarli?
 Immagine
Le caratteristiche del modello sono: corpino asciutto, vita segnata e gonna che si apre come una corolla.
Ecco il tessuto che vorrei utilizzare per questo esperimento: “Golden Moon” di Atelier Brunette.
goldenmoonfoto 1(15)
Ho solo un metro di stoffa, ma penso che potrebbe bastarmi per realizzare un corpetto senza maniche con una gonna che arriva sopra il ginocchio. Una possibilità potrebbe essere inserire un elastico in vita, come questo:
Immagine
A proposito del tessuto che ho scelto, segnalo questo tutorial molto carino per realizzare una manicure ispirata alla stoffa “Blue Moon” (sempre di Atelier Brunette). Lo trovate sul blog di Supercut.

Taffy blouse from Colette Sewing Handbook

Immagine
La scorsa settimana ho ricevuto il primo libro di Colette, “Colette Sewing Handbook“, così ho iniziato a lavorare su uno dei progetti proposti nel libro. Il modello si chiama Taffy blouse ed è una blousa con cinturina sul retro e larghe maniche. Lo scollo e le maniche sono rifinite con un “bias tape” a contrasto. Sul web ho trovato varie versioni carine realizzate da alcune blogger un paio di anni fa (il libro è stato pubblicato nel 2011). Ecco le più carine:
Addirittura ho trovato un post dedicato a questo modello, in cui ci sono più di 10 consigli da seguire per ottenere un buon risultato:

Io ho usato una stoffa che avevo a casa e che non è esattamente quella giusta per questo modello. Sarebbe preferibile usare una stoffa molto leggera, come uno chiffon o una seta, per ottenere un buon risultato.

Immagine

A proposito di Colette, mi sono innamorata di uno dei nuovi pattern di questo marchio, si chiama Moneta ed è un vestitino da realizzare in maglina o jersey, nelle versioni con o senza maniche.

cp1028-moneta-cover-med-37a80b85ae73088a6d790a6771162577 cp1028-moneta-10-med-14cfe0e37b68b84a5c7fe7095cf965b7 cp1028-moneta-04-med-5d75f794c1fea4ef1f002f780f8a6329

Si può scaricare anche un pdf dal sito di Colette (extras pattern), che contiene 5 opzioni per realizzare il collo di questo abito. Insomma si hanno talmente tanti spunti da poter realizzare tante versioni originali dell’abito. Le mie preferite? Eccole:

Ma finalmente oggi mi è arrivato il libro che da tanto aspettavo (l’avevo preordinato), “Love at first stitch” di Tilly Walnes.
Mi sono già procurata due belle stoffe con cui potrei provare i nuovi pattern. Sono della nuova collezione di Atelier Brunette, comprate da Marine di Supercut, che per la festa della mamma ha regalato la spedizione gratuita.
Immagine
Vediamo se riesco a preparare subito una bella gonna per il picnic elettorale di domenica!

The Leading Lady Challange: An Education.

 

Immagine
For this sewalong I was inspired by the clothes of a film set in the early 60s in England, “An Education”. The protagonist, played by Carey Mulligan, thanks to the encounter with a thirty fascinating man of worldly life, she begins to show off a variety of clothing that may be very fashionable today.
I started with a pattern found on Burda this month, I revisited by replacing a full skirt, with a closer and more flared. The fabric that I chose, is not exactly what I wanted, I would have preferred a floral print. But this cotton is really a good quality and I liked the vintage pattern.
 
Per questo sewalong mi sono ispirata ai vestiti di un film ambientato nei primi anni ’60 in Inghilterra, “An education”. La protagonista, interpretata da Carey Mulligan, grazie all’incontro con un trentenne dalla vita mondana, comincia a sfoggiare una serie di abiti che potrebbero essere molto di moda oggi . Ecco qualche esempio:

ImmagineImmagine

Sono partita da un modello trovato su Burda di questo mese, che ho rivisitato sostituendo un’ampia gonna, con una più stretta e svasata. La stoffa che ho scelto, non è esattamente quella che cercavo, avrei preferito una stampa floreale. Ma questo cotone è veramente di una buona qualità e la fantasia vintage mi piaceva molto.
Questo è il modello tecnico di Burda:
Immagine
 
Immagine

Digressione

Baby doll basket as birthday gift.

foto 1(13)foto 2(13)
In the last days I was working on my second handmade gift, this time for my niece (for her second birthday). What better opportunity to make another baby doll basket?
I used the pattern of Dana, again in small size.
I’ve simplified a lot of work, choosing felt like material to line the bag. In this way I avoided to use interfacing and batting on the handles.
I used a fabric with a Japanese pattern in blue and gold, coupled to the felt ocher. Then I made the pillow and mattress with Fanfare flannel, while the little cover with a blue pile.
The most complicated part of the project is the application of the bias tape that closes the three layers: outer fabric, batting and lining (in my case the felt). I prefer before sewing together these three layers and then add the border.

Il secondo regalo che stavo preparando nei giorni scorsi era per la mia nipotina che ha compiuto due anni. Quale migliore occasione per realizzare un’altra baby doll basket?
Ho usato il cartamodello ricavato dal pattern di Dana, anche stavolta nella taglia small.
Ho semplificato molto il lavoro, scegliendo il feltro come materiale per foderare la borsa. In questo modo ho evitato di utilizzare la tela adesiva e l’imbottitura nei manici.
Ho usato una stoffa con motivi giapponesi blu e oro, abbinandola al feltro color ocra. Poi ho realizzato cuscino e materasso con la flanella Fanfare e la copertina con del pile azzurro.
La parte più complicata del progetto resta l’applicazione del bordino che chiude i tre strati: stoffa esterna, imbottitura e fodera (nel mio caso il feltro). Consiglio prima di cucire insieme questi tre strati e poi aggiungere il bordino.
Ecco anche le foto della prima baby doll basket che ho realizzato.
IMG_8016IMG_8017
Questo mese ho deciso di acquistare ben 3 libri sul cucito, quindi nei prossimi post pubblicherò i miei giudizi su:
ImmagineImmagineImmagine